Certificare l'auto usata è l'unico modo che hai per avere una garanzia sul suo reale stato
NOV 28

Vuoi sapere lo stato della tua auto usata senza portarla in officina? Non puoi

28 novembre 2017
Continua la corsa del mercato delle auto usate con vendite che hanno segnato a ottobre un bel +7,1%. Se hai deciso di approfittarne e di acquistare l’auto usata che ti serve, non partire a razzo ma fai prima tutte le valutazioni del caso. Una volta che hai trovato l’auto che suscita il tuo interesse dovrai capire se è meglio acquistarla da un privato o presso un rivenditore autorizzato. O forse hai visto un annuncio che ha attirato la tua attenzione e adesso devi valutare se il mezzo scelto è davvero quello che vuoi. L’unica cosa che non devi fare è avere fretta e rischiare di cadere in una truffa.

Banner

Acquistare l’auto da un rivenditore professionista

Bene, diciamo che hai fatto tutte le tue riflessioni e che hai deciso di non acquistare l’auto da un privato, perché non ti fidi, perché ti sembra troppo impegnativo, perché magari non hai trovato l’auto che ti interessava, e quindi opti per l’autosalone dell’usato. Il vantaggio dell’autosalone è che puoi andare subito a vedere il parco auto disponibile e se ancora non hai le idee chiare su marca e modello dell’auto, ma solo una vaga idea dell’utilizzo che vuoi farne, è molto probabile che l’aiuto del rivenditore ti sia indispensabile. 

Del resto si tende sempre a fidarsi del rivenditore professionista, mentre del privato non sempre. Purtroppo è un po’ un pregiudizio che dovremmo cercare di superare dato che se si vogliono fare buoni affari non si dovrebbe porre un limite così definito. Ma tornando al rivenditore, quindi, è possibile che ti ispiri molta più fiducia rispetto a un privato, ma dovresti essere consapevole del fatto che, purtroppo, sono stati proprio i rivenditori a giocare qualche brutto scherzo ai loro clienti. 

Diverse, infatti, sono le truffe che son state sventate dalle Fiamme gialle e perpetrate ai danni dei clienti proprio dei rivenditori professionisti di alcuni autosaloni.
 
Guardati le spalle, non sei mai fuori rischio truffa
Tu entri nell'autosalone, fiducioso e anche un po’ ignaro e speri di trovare l'auto occasione, invece vieni truffato. Ma ci sono anche quelli che di auto ci capiscono qualcosa e vengono raggirati ugualmente. Eh, sì, perché la truffa dei chilometri scalati è davvero subdola e molto difficile da scoprire, ecco perché non puoi davvero stare tranquillo nemmeno quando vai da un rivenditore professionista. Certo, pensi che tanto hai la garanzia, il che è vero. Infatti, al contrario dell’auto che acquisti da un rivenditore privato, e che non ha alcuna garanzia perché il privato, semplicemente, non te la può dare, il rivenditore professionista invece si, ti da la garanzia legale.

Attenzione però, perché questa garanzia non è che ti solleva dal rischio di trovare un’auto schilometrata. Ovviamente si tratta di una normale garanzia che va dunque a coprire eventuali difetti che dovessi riscontrare nei limiti di tempo consentiti. Non tutto può essere riparato e non tutto può essere sostituito. Ma soprattutto la garanzia non ti dice che l’auto è davvero conforme a come ti è stata descritta e venduta dal rivenditore. Come ti difendi quindi? Ovviamente devi controllare perfettamente l’auto, ma soprattutto devi farla vedere a chi può capire se è stata schilometrata o meno e se ha tutto in regola.

Certificauto non viene a casa tua

L’unico modo che hai per fare tutte queste verifiche è quello di richiedere un Certificauto, cioè una certificazione del mezzo che vuoi acquistare e che stabilisce qual è il suo reale stato. Per certificare l’auto devi portarla presso un’officina autorizzata del nostro circuito. Qui verranno fatti tutti i test del caso, incluso un test drive, e l’auto sarà controllata con sofisticati strumenti in grado di rilevare eventuali manomissioni. 

Molti ci hanno chiesto quale sia il momento migliore per fare la certificazione, ovviamente questa va fatta prima di acquistare l’auto, se la fai dopo puoi avere certamente tutte le risposte che cerchi, ma non ti resterà altro da fare che rivolgerti a un avvocato e entrare in contenzioso col rivenditore autorizzato, una bella seccatura. Se invece fai certificare l’auto prima dell’acquisto, se vengono riscontrate anomalie, puoi mandare a monte la trattativa o chiedere al rivenditore di sistemare l’auto, o di praticarti un congruo sconto. 

Certificauto quindi è la tua vera garanzia di conformità del mezzo, l’unica che ti può dire il reale stato della vettura usata che hai intenzione di acquistare. Ti basta una spesa irrisoria per evitare una truffa che può costarti molto cara. Devi però portare l’auto in uno dei nostri centri, purtroppo non possiamo venire noi a casa tua perché i sofisticati strumenti che vengono utilizzati per verificare lo stato dell’auto non possono essere portati in una valigetta! 

Banner

Ma e se non posso muovermi da casa?

Prima di tutto controlla bene nella nostra mappa, abbiamo tantissimi centri autorizzati dove puoi portare la tua auto, da nord a sud, isole incluse, ricopriamo il territorio in modo capillare, sicuramente c’è un centro anche vicino a casa tua! Tuttavia, se acquisti l’auto da un rivenditore molto distante dalla tua città, puoi chiedere a lui la cortesia di farla certificare, chiaramente non è tenuto a farlo, quindi valuta bene tutte le possibilità di cui disponi. Meglio investire un’ora del tuo tempo per portare l’auto a certificare piuttosto che passare ore e ore a cercare la soluzione per essere caduto vittima di una truffa.

NEWS RECENTI

RICHIEDI MAGGIORI INFORMAZIONI