Stato d'uso auto, non solo i chilometri sono importanti, c'è molto di più
MAG 18

Come capire lo stato d'uso di un auto: i km sono solo la punta dell'iceberg

18 maggio 2018
Una delle domande che si pongono più spesso le persone che hanno intenzione di acquistare un’auto usata è come si fa a capire se i chilometri dichiarati siano reali o meno. Farsi questa domanda è giusto, ma non ci si può fermare solo a questo perché i chilometri sono solo la punta dell’iceberg. Ci sono molte altre cose che andrebbero controllate prima di mettere la firma su un contratto di acquisto dell’auto in modo da evitare di cadere in truffe o fidandosi della formula visto e piaciuto senza fare alcun controllo.  Si deve sempre controllare lo stato d’uso dell’auto.

Banner

Stato d’uso auto, se lo avessi controllato prima…


Sono tante le persone che vedono sui siti auto usate il modello che gli interessa ci cliccano sopra, controllano rapidamente le caratteristiche, scrollano in giù e guardano il prezzo, poi scrollano in su e vanno sulle foto. Velocemente fanno una valutazione pensando all'immagine e pesando il prezzo, e poi si dicono “ma sì!”, pronti a fare l’affare della loro vita

Sono così presi dall’idea di fare un buon acquisto che quando si ritrovano davanti all'auto danno un’occhiata sommaria alla carrozzeria, controllano superficialmente gli interni e passano subito a vagliare la documentazione, perché non si sa mai, l’importante è che non abbia i chilometri scalati. Però no, il proprietario garantisce che l’auto è perfetta “Guardi, non ha nemmeno un graffio, per questa cifra è un affare”, e caspita, effettivamente il venditore ha ragione, perdere quest’occasione sarebbe un vero peccato. 

E così, quando poi si inizia a guidare l’auto, si sentono dei rumorini sospetti, il volante gioca, un faro non si accende oppure si accende una volta si e due no, il tergicristallo non pulisce. Insomma, alla fine della fiera ci si rende conto che il grande affare non era poi un grande affare.

Quando fai la spesa

Cosa c’entra la spesa con l’auto! C’entra eccome. Se vai a comprare del pesce, la prima cosa che fai non è chiedere che te lo imbustino perché costa 5 euro al kg e quindi è un affare. Lo guardi bene, controlli gli occhi, controlli la lucentezza della pelle, il colore, se poi il commesso è distratto, magari ti avvicini e lo annusi di soppiatto. Se supera i tuoi parametri di freschezza allora chiedi al commesso di pesarlo e impacchettarlo. 

E perché con l’auto non dovresti fare la stessa cosa? Verifica i km, certo, ma controlla anche tutto il resto perché ormai le truffe in questo mercato sono all'ordine del giorno. Se ne parla sempre più spesso, si cerca di mettere in guardia gli acquirenti, ma ancora non è abbastanza evidentemente.
 
I nemici di un buon acquisto sicuro

I nemici di un buon acquisto, sicuro e senza pentimenti, sono la fretta e il prezzo. Spesso capita che se cerchi un’auto usata è perché ne hai necessità impellente, magari ti serve una seconda auto o magari devi cambiare la tua auto perché non funziona più bene. Insomma, hai necessità di un’auto e la vuoi subito, così, l’errore fatale, è quello di soffermarsi sull'annuncio più attraente e di “autoconvincersi” che quella e solo quella sia l’auto giusta, ignorando, con meccanismi psicologici di cui non stiamo a parlare qui, tutti i campanelli di allarme che risuonano nella tua testa. La vocina che ti dice “Comprala!” è la più forte. 
 
E tu corri dal venditore, prima che arrivi qualche altro acquirente, del resto il venditore te lo ha pure detto che in tanti avevano chiesto di vedere l’auto, quindi non puoi titubare, diversamente pentirsi sarebbe inutile. Quindi, sotto queste – quasi impercettibili – pressioni psicologiche, vai e firmi il contratto senza aver fatto effettivi controlli e senza porti troppi problemi: quell'auto deve essere tua, salvo poi ritrovarti nella situazione che abbiamo già descritto prima. 

Come si evita un acquisto incauto

Se si vuole acquistare un’auto usata senza correre rischi, l’unico modo è quello di sincerarsi che tutto – non solamente i chilometri – sia in regola. Quindi si devono effettuare controlli sul motore, sulle parti meccaniche, sull'impianto frenante, sui tergicristalli, e senza dimenticare che si deve osservare con grande attenzione la carrozzeria. Questo va fatto non tanto per un fattore estetico, ma perché trovare dei piccoli difetti, come per esempio uno stacco di colore della vernice, può significare che l’auto sia stata incidentata e questo comporta poi l’insorgere di altri problemi, in primis quello della sicurezza tua e di chi viaggia con te.

Per effettuare in modo chiaro e sicuro tutti questi controlli richiedi un Certificauto, verranno effettuati numerosi test sull'auto, di cui anche un test drive, che riveleranno subito il reale stato dell’auto, quindi se è conforme alla descrizione del venditore o meno. 

In questo modo puoi acquistare l’auto usata senza paura di cadere in una truffa e avere la certezza anche dei reali chilometri del mezzo acquistato. Se l’auto non dovesse essere  a posto, puoi rifiutare l’acquisto o chiedere al venditore di sistemarla, non hai nessun obbligo se ancora non hai firmato l’atto di compravendita. 

Banner

Certificauto è il modo più sicuro non solo per acquistare, ma anche per vendere rapidamente l’auto dimostrando all'acquirente che tutto è conforme e trasparente, la vendita è più facile e veloce e l’acquisto è sicuro. 

NEWS RECENTI

RICHIEDI MAGGIORI INFORMAZIONI