Battistrada come si misura per verificare lo stato di usura
MAG 30

Battistrada: che importanza ha nell'usura delle gomme?

30 maggio 2018
La manutenzione dell’auto è una delle note dolenti, una delle spese che più incidono sul nostro portafogli, ma dalla quale non possiamo esimerci. Si tratta più che altro di una questione di sicurezza, ma non solo, anche di risparmio. Il battistrada delle gomme deve sempre essere tenuto sotto controllo per capire quando si è raggiunto il limite usura, cioè quando le gomme sono eccessivamente lisce, per intenderci. L’usura delle gomme è un fattore di sicurezza, e qui non si deve scherzare, al di là del fatto che vi sono anche delle sanzioni per un battistrada troppo usurato.

Banner

Battistrada, perché deve sempre essere in buono stato

Il motivo principale per cui il battistrada degli pneumatici della nostra auto deve sempre essere entro i limiti di usura consentiti è la sicurezza. Se il battistrada si usura e la gomma diventa liscia, perde in aderenza sul terreno ovvero, sul manto stradale. Questo significa che ogni curva, ogni discesa, diventa un potenziale rischio. Si può perdere il controllo dell’auto e, nella migliore delle ipotesi, si può finire fuori strada. 

Questo è un rischio per noi stessi, ma anche per gli altri. Rischio che si corre in particolar modo nelle giornate piovose, quando il manto stradale diventa viscido e le gomme perdono di aderenza, specie se sono usurate, ma anche durante la stagione invernale, se c’è ghiaccio. Insomma, il battistrada usurato è un rischio che non si può correre.

Oltre alla sicurezza, il battistrada mette a repentaglio anche il nostro portafogli. Sai che un’auto con le gomme lisce consuma molto di più? E non solo in termini di carburante, ma anche come impianto frenante, che chiaramente va sotto sforzo. Insomma, il controllo degli pneumatici deve essere fatto periodicamente, anche perché, come è stato detto prima, sono previste delle sanzioni. 

Le sanzioni per chi non controlla le gomme

Per chi non lo sapesse, cambiare le gomme non è facoltativo, non ci si sveglia una mattina e si dice “ah beh, sai cosa, quasi quasi cambio le gomme” oppure “eh sì, son da cambiare, ma questo mese non ho i soldi, aspetto al prossimo”, chi di noi non lo ha pensato almeno qualche volta? Però è una considerazione davvero molto rischiosa. In caso di un controllo della stradale, chi viene trovato con il battistrada non conforme ai termini di legge verrà sanzionato.

La legge non ammette ignoranza, lo spessore residuo del battistrada deve essere di almeno 1,6 mm. Delle volte però le gomme sono molto usurate e questa misura massima, che possiamo definire di sicurezza, non viene rispettata, quindi i solchi del battistrada sono al di sotto di 1,6 mm, si rischia una multa di 78 euro, ma non solo, si rischia anche la decurtazione di 2 punti dalla patente.

Ovviamente non si deve controllare lo spessore del battistrada solo per la paura delle sanzioni o del decurtamento dei punti dalla patente, ma soprattutto per la propria e l’altrui sicurezza. Vediamo allora come effettuare una misurazione degli pneumatici.

Come si misurano i battistrada degli pneumatici

Delle volte, che i battistrada sono usurati, lo si può vedere facilmente anche a occhio pur non essendo esperti. Se i disegni dei battistrada nella parte esterna della gomma sono poco visibili, le gomme sono senza ombra di dubbio da cambiare. Ma non si deve aspettare che questi siano illeggibili, si deve correre ai ripari prima. 

Diciamo che un buon spessore residuo dovrebbe aggirarsi tra i 3-4 mm, quando si arriva a questa misura si dovrebbe già prendere appuntamento dal gommista. Ma come ci si accorge che la gomma è usurata? Non è difficile controllare il battistrada e non è nemmeno necessario scomodare il gommista. 

Per prima cosa devi sistemare l’auto in un punto dove tu possa controllare per bene gli pneumatici. Il modo migliore è quello di girare lo sterzo in modo che gli pneumatici siano ben visibili, poi ovviamente tira il freno a mano e vai a fare il tuo controllo. 

In tutti gli pneumatici (in alcuni hanno un colore giallo), si trova un indicatore d’usura. Questo è una sorta di piccolo tassello posizionato all'interno di una scanalatura del disegno degli pneumatici. Se il battistrada è al medesimo livello dell’indicatore di usura, la gomma è assolutamente e velocemente da cambiare. Per capire dove è posizionato l’indicatore d’usura dobbiamo cercare la sigla TWI, Tread wear indicator, esattamente Indicatore di usura del battistrada, o anche un piccolo logo della marca degli pneumatici, è in corrispondenza di questi due segni che si trova l’indicatore. 

Misurare il battistrada con delle monete

Se abbiamo una monetina da un euro e una da due, possiamo facilmente misurare lo spessore del battistrada senza andare a cercare l’indicatore di usura. 

Con la moneta da un euro possiamo misurare il battistrada delle gomme estive, per le gomme invernali usiamo quella da due euro. Cosa dobbiamo fare? Posizioniamo la moneta in una scanalatura del battistrada. Vedi le stelline sulla destra, nel bordo? Se se ne vedono troppe il battistrada è consumato.

Con la moneta da due euro, invece, misuriamo lo spessore del battistrada delle gomme termiche o invernali. In questo caso, se il bordo argentato si vede, il battistrada è consumato e la gomma è da sostituire. 

Banner

Quando acquisti un’auto usata, una delle cose che devi controllare è lo stato delle gomme, in ogni caso, se richiedi il Certificauto, anche lo stato di usura delle gomme viene verificato con un apposito test. Guidi sicuro e sereno, e puoi contare sulle prestazioni della tua auto. 

NEWS RECENTI

RICHIEDI MAGGIORI INFORMAZIONI