GIU 02

Come mi devo comportare se ho acquistato un’auto con i km scalati?

2 giugno 2016
Hai sempre saputo che acquistare un'auto usata poteva comportare dei rischi, ma non hai mai preso in considerazione il fatto che potesse succedere proprio a te. Del resto siamo sempre predisposti a pensare che le cose negative capitino sempre agli altri, e senza che nemmeno ce ne accorgiamo abbassiamo la guardia. A quel punto essere fregati è un attimo, non ci si deve sentire in difetto, la colpa non è nostra e, soprattutto, è inutile prendersela con una leggerezza che, a onor del vero, sarebbe potuta capitare a chiunque. Adesso però è il momento di agire e capire come potersi organizzare. 

L'auto ha i chilometri scalati


Hai acquistato un'auto usata, ma dopo qualche tempo ti sei reso conto che qualcosa non andava per il verso giusto. Dopo le prime indagini del meccanico ecco che arriva la doccia fredda: l'auto non ha i km che sono stati dichiarati, ma molti di più. Eppure il contachilometri sembrava confermare la tesi del venditore, ma allora cosa è successo? Semplicemente è successo che sei stato truffato come accade, purtroppo, a moltissime persone. Quella dei chilometri scalati è sicuramente una delle truffe più comuni e dalla quale non sempre è facile difendersi.

Solitamente chi acquista presso un concessionario pensa di non correre rischi, ma questo non è vero. Sono diversi i professionisti disonesti che praticano questo inganno scalando i km all'auto per poterla vendere a un prezzo di mercato più alto.  Infatti lo scopo dello scalare i km è proprio quello, vendere l'auto a un prezzo maggiore. Di solito chi pratica questa truffa tira a lucido l'auto, sistemando caso mai ci fosse bisogno, anche la carrozzeria in modo da farla sembrare più nuova. L'acquirente, che prima di acquistare l'auto non può certo usarla per un paio di giorni per capire se tutto sia conforme a quanto dichiarato dal venditore, non si rende conto, se non vi sono segni evidenti, della truffa. E così acquista avendo piena fiducia nel venditore.

Banner

Potevi pensarci prima


Questa frase sta risuonando nella tua testa dal momento in cui ti sei reso conto dell'inganno, e non c'è da biasimarti. In effetti potevi fare in modo di non essere fregato perché il sistema per capire se un'auto usata abbia davvero i km dichiarati c'è e si chiama Certificauto. Il Certificauto viene rilasciato solo alle vetture che, dopo un'accurata serie di test eseguiti da professionisti del settore, sia risultata conforme allo stato dichiarato, quindi in buona sostanza si tratta di una documentazione riguardo il reale stato del veicolo. Questo è il modo migliore per evitare le truffe perché col Certificauto non solo puoi scoprire se i chilometri siano stati scalati o meno, ma anche se la vettura ha subito incidenti e sia stata riparata prima della vendita.

Inoltre il Certificauto vale come garanzia, utilissimo se acquisti da un privato che non può darti la garanzia legale del veicolo. Con il Certificauto puoi usufruire di uno o due anni di garanzia sulla vettura acquistata, anche nel caso tu decida di acquistare presso un concessionario, in questo caso ha un valore aggiuntivo e ti da una maggiore sicurezza dato che, come abbiamo visto, anche acquistando presso un concessionario il pericolo dei chilometri scalati non si elimina.

Ormai il dado è tratto

Ora però tu hai acquistato l'auto, e ti ritrovi con una vettura che non corrisponde a quanto ti era stato detto. Oltre alla rabbia, più che comprensibile, c'è anche il danno economico che va arginato. Sicuramente ti stai chiedendo ora che ho scoperto i chilometri scalati come mi devo comportare? Diciamo subito che non tutto è perduto, ma dobbiamo valutare la situazione. Se hai acquistato la vettura da un concessionario il caso è di più semplice risoluzione perché sicuramente avrai in mano una serie di documenti tra cui anche la dichiarazione dei chilometri. A questo punto puoi tranquillamente rivalerti sul rivenditore.

Se invece hai acquistato da un privato e non puoi dimostrare assolutamente i chilometri dichiarati per la vettura al momento della vendita, purtroppo non potrai fare molto, ma puoi comunque provare ad accordarti col rivenditore magari spiegandogli che hai delle prove della truffa e che vuoi rivolgerti alla guardia di finanza. In entrambi i casi, comunque, sappi che non sarà una passeggiata. 

Banner

Come faccio a rivalermi sul venditore


Se hai già trovato le prove dell'avvenuta truffa prima di avviare una denuncia alla guardia di finanza, che comunque sarebbe la strada più corretta, puoi provare a ragionare con il rivenditore che ti ha venduto l'auto. Questa soluzione non sarà la più corretta dal punto di vista morale, però potrebbe essere molto più vantaggioso per te perché trovando l'accordo sarà sufficiente far periziare l'auto e farti restituire la cifra in eccesso pagata, oppure potrai restituire l'auto e riavere quanto speso, il tutto in tempi brevi.

Se invece il rivenditore dovesse tirarsi indietro non esitare a sporgere denuncia. In questo caso però i tempi si allungano purtroppo e dovrai pazientare per risolvere la situazione. La guardia di finanza effettuerà i controlli, l'auto verrà periziata e qualora si dovessero riscontrare irregolarità verrà aperta la pratica. Ti servirà naturalmente un legale e con i tempi della giurisprudenza italiana purtroppo il problema si risolverà, se sei molto fortunato, in un tempo minimo di due-tre anni. 

Ma valeva la pena fidarsi e rischiare? Chiedi sempre il tuo Certificauto e acquista l'usato garantito!

NEWS RECENTI

RICHIEDI MAGGIORI INFORMAZIONI